Cracovia è una piccola gemma. Passeggiare per il suo centro storico patrimonio UNESCO  godendo delle sue bellezze architettoniche vuol dire calarsi in un’atmosfera irreale, un po’ come essere catapultati indietro nel tempo. Il perimetro murario e floreale del Planty, che separa il centro dal resto della città, contiene al suo interno tutte le bellezze, la collina Wavel col suo complesso castello-cattedrale, la bellissima ed enorme piazza del mercato, edifici storici, viali imponenti ed eleganti, chiese di rara eleganza, e un silenzio, una pulizia, una cura dei particolari da fare invidia. E poi è anche economicissima, il che non dispiace affatto. Rynek Główny, la Piazza del mercato (una delle più grandi piazze d’Europa) con al centro il Sukiennice e la bellissima basilica di Santa Maria, forse la più bella chiesa che io abbia mai visto, è, considerando anche la sua posizione centrale e la sua grandezza, il naturale fulcro della vita turistica e cittadina. E’ veramente piacevole girare attorno al Sukiennice  (famoso per ospitare al suo interno un bellissimo mercato di tessuti ma dove in realtà si può trovare un po’ di tutto) per scoprire ogni piccolo particolare della piazza, ammirare la bellezza della Torre dell’antico municipio (inclinata di ben 50 cm), della piccola chiesetta di San Adalberto (una delle più antiche chiese della Polonia) e delle varie statue,  visitare la basilica al suo interno, sedersi al tavolino di uno dei tanti bar e godersi il passeggio della gente e delle carrozze (unico mezzo di trasporto all’interno del centro storico), o lo spettacolo di tanti caratteristici artisti di strada. Non per niente nel 2005 la piazza è stata votata dal Project for Public Spaces come la migliore del mondo.

1
Uno scorcio della Piazza del mercato: Basilica di Santa Maria e Sukiannice

Il complesso castello – cattedrale, situato in cima alla collinetta di Wavel è forse il punto di maggior interesse turistico di Cracovia, soprattutto dal punto di vista religioso, visti anche i trascorsi di Giovanni Paolo II. Il complesso contiene al suo interno musei e numerose opere d’arte tra cui spicca la cappella funeraria di Sigismondo dalla cupola dorata.

Particolare del castello
Particolare del castello

Tutto il centro storico di Cracovia come già detto è godibilissimo, con le sue chiese ed i suoi viali ed edifici eleganti come quello che ospita la curia, quindi antica dimora di Giovanni Paolo II

Uno dei bellissimi viali di Cracovia
Uno dei bellissimi viali di Cracovia

Anche al di fuori dal centro storico comunque non è difficile trovare luoghi interessanti da visitare. Ovviamente il più importante è il famoso quartiere ebraico Kazimierz dove fu girato buona parte di Schindler’s List, il capolavoro di Spielberg (la fabbrica di Schindler, visitabile, è proprio in zona). Passeggiare per le strade del quartiere è davvero un’esperienza da provare, sembra di passeggiare per una città diversa, un ambiente un po’ degradato ma sicuro e particolarissimo con tutti quei locali caratteristici. Si respira aria di una storia diversa, dimessa, dove i simboli ebraici vengono mostrati con orgoglio.

Una piazza del quartiere ebraico
Una piazza del quartiere ebraico

Per quanto riguarda il cibo, beh, non è stato dei migliori che io abbia provato. Regnano ovviamente le zuppe, con le barbabietole a fare da padrone. Uno dei piatti tipici sono i Pierogi, in pratica i nostri comuni ravioli con all’interno  un ripieno che può variare dalla carne alla verdura alla…ebbene si… frutta.

Zuppa di barbabietole
Zuppa di barbabietole
Annunci