Pochi sono i libri che mi hanno emozionato come questo, forse perchè, come tantissimi del mio stesso genere, il genere maschile intendo, nel libro rivedo me stesso, le mie ansie, le mie paure, le mie delusioni, i miei sogni, i miei rimorsi. Alta Fedeltà è un lungo percorso nell’universo maschile, dai primi amori, dalle prime delusioni, all’età adulta, quando ormai trentenne (oggi più quarantenne, i tempi cambiano) ci si guarda indietro, ci si chiede se tutto è andato come avremmo voluto, si pensa a cosa sarebbe potuto essere se…., si rimugina su quei puntini di sospensione, ma se….se quella volta avessi detto questo o avessi fatto altro. Alta Fedeltà è un percorso karmico. Per capire veramente cosa vogliamo, o più semplicemente chi siamo, dobbiamo superare diversi ostacoli, alcuni davvero difficili. Rob Fleming è stato lasciato. Si strugge per questo, richiama le sue vecchie fiamme per capire il perché dei suoi fallimenti amorosi. Ripassa al rallentatore tutta la sua storia con Laura, cerca di capire dove ha sbagliato, pensa di saperlo, mette sotto processo se stesso, le sue ossessioni, le sue gelosie, i suoi comportamenti. Rob non è cambiato molto negli anni ma Laura si, adesso è una donna in carriera e forse la sua vecchia vita le sta stretta, lui le sta stretto. E intanto noi peniamo con lui, per le strade di una Londra underground (altra protagonista del racconto), per i pub, nel suo negozio di vinili di nicchia con i suoi due simpatici e assurdi dipendenti. Ragioniamo con lui, soffriamo con lui quando Laura comincia a vedersi con  il vicino di casa, ci troviamo in accordo o disaccordo con le sue continue classifiche, perché per Rob tutto si riduce ad una classifica, le 5 migliori canzoni d’amore, le 5 migliori canzoni per un funerale, le 5 migliori canzoni per affrontare meglio il lunedì, le 5 peggiori delusioni amorose e via dicendo. Tutto questo è un processo di formazione e tra incontri, concerti, nuove conoscenze, funerali, cantanti, vinili, telefonate della madre, cene con le amiche della ex, sorprese e sbattimenti, alla fine Rob si ritrova a rivestire i suoi vecchi panni da dj e stavolta è sicuro di aver capito che canzoni inserire nel nastro che registrerà quella sera. Il bello di questo libro è che Rob Flaming sono io, siamo tutti noi.

arton1331

Annunci