organizzo-vacanza-tag

E’ ormai finita l’estate, ma che vuol dire questo? E’ sempre tempo per un bel viaggetto.

Dopo il successo del mio “I POSTI CHE…TAG”, per il quale vi ringrazio molto,  ho pensato ad un nuovo capitolo in cui voi dal biglietto aereo facile, ma anche  voi che preferite il treno o l’auto (non pensiate che vi voglia snobbare… anzi), potrete raccontare le vostre esperienze. Questa volta però  più che sui luoghi  vorrei soffermarmi su un altro aspetto, forse ancora più importante, quello dell’organizzazione di un viaggio.

Questo TAG ha quindi la finalità di offrire preziosi consigli sulla programmazione e organizzazione di una vacanza e altre curiosità che potrebbero rivelarsi utili, aspetti pratici che magari per qualcuno saranno scontati ma che per altri potrebbero rivelarsi importanti.

Un TAG di pubblica utilità insomma, o almeno spero.

Le regole del TAG sono sempre le stesse:

  • Riportare la foto del TAG;
  • Citare l’ideatore del TAG Neogrigio;
  • Citare il blogger che vi ha nominato;
  • Rispondere alle domande;
  • Nominare 10 blog amici, preferendo chi ama viaggiare.

Ricordatevi che  Neogrigio è curioso delle vostre risposte quindi fate in modo che possa leggerle taggandolo o semplicemente avvisandolo!

LA SCELTA

In base a cosa scegliete la meta?

Di solito cerco di trovare il giusto compromesso tra budget, bellezza e civiltà del luogo e cose da fare e vedere. Generalmente evito i posti troppo caldi e “giovanili”,  tipo Ibiza per intenderci.

Quanto tempo prima organizzate la vacanza?

Inizio le ricerche 4-5 mesi prima, una volta individuata la meta comincio a monitorare i costi di voli e alloggi fino a trovare l’offerta migliore o presunta tale.

Prima di partire vi documentate sulle cose da fare e da vedere o andate all’avventura?

Normalmente studio la meta in tutti i suoi aspetti dal momento della prenotazione in poi. Questo mi offre  diversi vantaggi come ad esempio un più veloce ambientamento sul posto, un migliore orientamento e anche un risparmio economico oltre che ad un’ottimizzazione delle tempistiche delle varie attività.

Vi  fornite di una guida? Se si quale e perché?

Si, ma è una guida particolare, ovvero una guida fatta da me. In fase di studio raccolgo tutte le informazioni, la storia, le curiosità, la descrizione dei monumenti e degli edifici e riporto tutto in modo ordinato  creando una guida dalla facile consultazione. E poi è gratis!

DOVE DORMIRE

In vacanza  in che tipo di struttura  preferite alloggiare?

Albergo o appartamento

Qual è il servizio che non deve assolutamente mancare nel vostro alloggio?

Non deve MAI e dico MAI!!! mancare il bagno privato in camera. Importante nella scelta è anche la vicinanza ai mezzi o alle attrazioni e la presenza della rete wireless gratuita.

Come siete soliti  prenotare l’alloggio?

Attraverso i siti Booking e Venere, con cancellazione gratuita. Quest’ultima opzione è fondamentale in quanto diverse volte mi ha salvato dopo la cancellazione o lo spostamento di un volo da parte della compagnia.

TRASPORTI

Dove acquistate i biglietti?

Su internet, direttamente sul sito della compagnia

Che mezzo preferite per viaggiare?

L’aereo. Per me la vacanza è anche evitare lo stress della macchina quindi del parcheggio, delle code…

Per i voli quale compagnia siete soliti scegliere?

Di solito Ryanair o Volotea, ultimamente sempre di più  Alitalia, non ho ancora capito come poter fare un biglietto unico con più scali con le compagnie low cost.

In caso di scali  che tipo di biglietto acquistate? Unico o a tratte?

Tendo sempre a comprare il biglietto unico, offre maggiore comodità durante il viaggio  e più sicurezza in casi di ritardo e soprattutto in caso di cancellazione o spostamento di una tratta.

IN TASCA E IN VALIGIA

Cosa non deve mai mancare in valigia?

Ridete pure ma nella mia non manca mai un rotolo di carta igienica, di solito quello fornito in albergo non è mai sufficiente e rimanere senza è una disgrazia. Poi, oltre ovviamente al vestiario, porto sempre un paio di bustine di Gaviscon e fogli di carta per prendere appunti. Per finire faccio anche una lista delle cose messe in valigia in modo al ritorno di essere sicuro di aver preso tutto.

Come vi organizzate se visitate un paese con moneta diversa dall’euro?

Prelevo i soldi direttamente dai bancomat locali, anche in aeroporto, in questo modo non ho spese di commissione.

Dove siete soliti custodire i documenti ed i soldi?

Tendo a dividerli in più posti in modo da non tenerli insieme. Di solito porto in giro con me un documento e del cash, a volte il bancomat,  divisi tra portafoglio e tasca interna dello zainetto. Tutto il resto lo lascio in camera dentro la valigia chiusa a chiave.

Internet?

Le promozioni per l’estero sono diventate carissime. Ultimamente mi sono fatto bastare il wi-fi dell’albergo.

Una app da viaggio?

No, nessuna in particolare. Raramente utilizzo “Here”, il maps di Windows Phone

IN VACANZA…

… in cosa spendete maggiormente i soldi?

Prima in calamite, adesso non più visto che ho già occupato l’intera superficie del frigo. Purtroppo spendo molto  in pensierini da portare agli altri, un vizio che mi piacerebbe perdere perché oltre ai soldi   vanno in fumo anche tempo e serenità mentale: “cosa porto? Questo potrebbe piacere? Forse no? E allora cosa? Andiamo a vedere in altri negozi, vediamo se troviamo di meglio casomai torniamo domani ecc… In pratica perdo almeno un giorno di vacanza.

… dove e come preferite mangiare?

devo assolutamente provare almeno una volta tutte le tipiche pietanze del luogo. Poi street food low cost.

…il rituale che non manca mai

Compro sempre una copia del quotidiano più importante del Paese.

 

FORSE NON SAI CHE / CONSIGLI SPASSIONATI 

Sottolineo l’importanza di prenotare l’alloggio con l’opzione della cancellazione gratuita. E’ fondamentale quando si viaggia in aereo e si prenota molto tempo prima.

Io porto sempre dietro con me il passaporto anche se rimango all’interno della Comunità Europea, non si sa mai. Una volta a Londra mi ha proprio salvato visto che non volevano accettare la moderna carta d’identità elettronica emessa dal mio comune.

Prima di partire, soprattutto per mete culturali, è utile informarsi su eventuali abbonamenti per musei e mezzi, si possono risparmiare un bel po’ di soldi senza dover sacrificare nulla.

Al ritorno da ogni viaggio creo una carpetta nella quale conservo tutti i ricordi: guida, ogni tipo di biglietto, da quello aereo ai musei,  scontrini, volantini, mappe e tutto ciò che mi porto dietro (ovvero qualsiasi cosa) da quel luogo.

Nomino:

Giovanna’s travels

Her world

Viaggi di ritorno

Travelliamo

I discorsi dell’ascensore

Non sono ipocondriaco

Pensieri loquaci

Drive my car

Diario di una turista consapevole

Iris & Periplo

Annunci