Era da molto tempo che non venivo nominato in un TAG. Ad essere sincero negli ultimi mesi ne ho visti  passare davvero pochi dalla mia home. E’ per questo che ho accolto con gioia questo invito di My home is a luggage , ancor più perchè il tema trattato sono i viaggi.

Partiamo con le 5 semplici regole del TAG ideato dalla mia amica  Iris&Periplo:

  1. Nominate il blog ideatore del tag
  2. Ringraziate e taggate chi vi ha nominati
  3. Rispondete alle 10 domande e, se volete, inserite le foto dei vostri viaggi
  4. Taggate altri tre blog
  5. Utilizzate questa foto qui sotto

Processed with MOLDIV

Per prima cosa: dove siete stati finora?

Ho iniziato a girare in maniera autonoma relativamente tardi, nel 2006, a 24 anni, una volta avuta una sufficiente dipendenza economica. Prima di allora soltanto uscite di gruppo: o in famiglia o per trasferte calcistiche, o per le gite scolastiche (tra le principali costiera amalfitana, Firenze e tour della Tunisia). Più raramente con altri amici tipo il Taizè a Milano per il capodanno del 2005. Da allora sono partito spesso, ecco le mie mete, di molte delle quali potete trovare il mio personale diario di viaggio con foto qui sul mio blog: Roma, Milano, Pescara, Berlino, Parigi, Egitto, Londra, Cracovia, Monaco di Baviera, Norimberga, Fussen, Budapest, tour dell’Alsazia, Amsterdam, Rust, Siviglia, isole Eolie, Eindhoven, e quattro volte a Millwaukee e Chicago, queste ultime per motivi lavorativi.

Qual è la città o paese più bello dove siete stati?

Oddio! Non saprei davvero! Magari una tra Monaco di Baviera e Budapest.

Siete stati più di una volta nello stesso posto o preferite visitare ogni volta un posto nuovo?

No, preferisco visitare sempre posti diversi, conoscere nuovi luoghi, nuovi costumi, nuove culture.

Consigliatemi il miglior locale (ovunque nel mondo) dove siete stati a mangiare.

Eeee ce ne sarebbero…. Comunque provo a citarne qualcuno. La Estacion, un divino ristorante messicano di Waukesha (Millwaukee) i cui locali sono all’interno di un vecchio treno; Terra Mia ad Eindhoven del mitico zio Mimmo, cucina italiana di qualità; Au brasseur un fantastico locale di Strasburgo dove ingozzarsi di tarte flambè e altri piatti tipici alsaziani e bere birra da loro prodotta; ma soprattutto il mitico  Hofbrauhaus, lo storico locale di Monaco di Baviera!

Siete per le vacanza al mare, in montagna o per le città?

Di solito preferisco città d’arte ma ultimamente ho rivalutato il mare grazie alle isole Eolie.   Il fatto è che io il mare ce l’ho ad un minuto di distanza da casa….

Qual è il souvenir che non mancate mai di portare a casa?

Compro sempre i magneti, ultimamente in stretta misura visto che ho terminato lo spazio disponibile nel frigo. Poi non manco mai di acquistare cartoline, il quotidiano più rappresentativo e molto spesso anche una tazza mug.

Nella vostra valigia cosa non manca mai?

Oltre ai vestiti e agli accessori personali intendi? Non so, la anzi le fotocamere e magari qualche indumento più eccentrico che non indosso normalmente.

In quale luogo già visitato ritornereste volentieri?

Forse ritornerei a Berlino, avrei troppe cose da vedere che ho saltato la prima volta.

Ed invece in quale posto già visitato non tornereste?

Non me ne vogliate male ma penso proprio Londra e Parigi.

 La meta del vostro prossimo viaggio?

Vista la mia attuale situazione economica non penso al momento ad altri viaggi, ho già dato tanto in questo 2016. Se potessi scegliere mi piacerebbe fare un bel tour tra Normandia e Bretagna oppure visitare l’Islanda.

Nomino:

Pensieri loquaci

Non sono ipocondriaco

My enchanted world

e chiunque altro voglia inserirsi

Annunci