Non guardo mai la TV escluso poche eccezioni:  le partite, le serie tv su Premium mentre pranzo ed il TG5 mentre ceno. Fino a poco tempo fa guardavo i notiziari sportivi, adesso non più, sono talmente falsi e spudoratamente pilotati da far venire il voltastomaco, la versione televisiva del Tuttosport insomma.

A volte però ci ricasco, di solito perché mandano in onda qualche film che non vedo da tempo o qualche vecchio collage di vecchie trasmissioni che hanno fatto storia. Come ieri sera, quando  sul canale 27 del digitale, Paramount Channel se non erro, hanno mandato in onda un film che non vedevo da veramente tanti anni, forse addirittura una decina, un film che mi è sempre piaciuto nonostante non sia certo un capolavoro e che in passato veniva trasmesso abbastanza frequentemente: Uno strano caso,  con un giovanissimo Robert Downey Jr ed una meravigliosa Cybill Shepard. Nel film il giovane sposo della Shepard, un avvocato, muore investito da un’auto mentre la raggiunge al ristorante. Una volta in paradiso riesce subito a reincarnarsi in un bimbo pronto a nascere solo che nella fretta e confusione non gli viene somministrata una fondamentale pozione che gli permetterebbe di dimenticarsi completamente della vita precedente. E così, per gli strani casi della vita che lo vedono 23 anni dopo innamorarsi della propria figlia e diventare amico del suo ex migliore amico, comincia a ricordarsi tutto, riuscendo persino a convincere la moglie che in tutti quegli anni non ha fatto altro che pensare a lui. Il finale è davvero carino e, concedetemi, anche abbastanza commovente.

Ma torniamo a noi. Una volta terminato il film, soddisfatto, decido di concludere la serata con i botti iniziando la quinta e ultima stagione di Breaking Bad, fantastica serie tv di cui vi parlerò a tempo debito. Sto giusto preparandomi una tazza di tè (non so perché, non ne bevo mai) quando, cadendo nello  zapping, mi fermo su LA7 dove è appena iniziato il mitico film cult Da grande  con Renato Pozzetto. Non potevo perdermelo per le stesse motivazioni del precedente. Della trama non c’è neanche bisogno che ve ne parli, lo conoscerete tutti sicuramente.

Il film scorre alla grande fino all’una di notte quando decido di andare a dormire. Prima di spegnere la TV faccio un ultimo zapping, così, per vezzo, e cosa ti trovo su Telecolor (un canale regionale)? Nientepocodimenoche la scena iniziale di Gli intoccabili, con Kevin Costner, Robert De Niro e Sean Connery.

La tentazione è tanta ma avrei finito per fare le tre, pensando alla difficoltà che incontro per ora ad alzarmi la mattina e al fatto che alle 10:30 avrei dovuto ricevere una chiamata dalla Polonia (non mi ha più chiamato, lo farà lunedì, forse, boh, tanto non mi interessa, ho letto bruttissime recensioni su Glassdoor) ho deciso di farla finita e andarmene a letto. A leggere naturalmente.

Chissà quando mi ricapiterà una serata del genere.

 

Annunci