carta-didentitc3a0

Una volta, alle scuole elementari, prendendo spunto da un mio compagnetto mi costruii una carta d’identità tutta mia che conteneva informazioni anche più personali rispetto alle solite generalità. A lavoro quasi ultimato fui beccato da due dei miei zii che ne approfittarono per prendermi in giro per un bel po,’ per lo più lavorando di fantasia visto che non avevo scritto nulla di compromettente. Uno di loro, nel delirio del momento,   fece finta di aver visto scritto il nome della mia fidanzatina (che non avevo) buttando lì un nome a caso. Conoscendo la mia timidezza mi torturarono per settimane con questo nome. Una volta, in macchina, mio zio abbassò il suo parasole lato guida e lì ci trovai un pezzo di sacchetto della spesa con su stampato quel nome…quanto si divertivano alle mie spalle! Tutto questo perché avevo e continuo ad avere un bellissimo rapporto con i miei zii, solo che ora lo scherzo non è più a senso unico, mi difendo e contrattacco.

Beh, non ci crederete, ma quel nome con cui fui torturato per tutto quel tempo è lo stesso di Tessa. Destino?

Ma comunque, sto divagando, sono qui per rispondere alle domande di questo Carta d’identità dell’anima TAG. A distanza di più due decenni posso dar sfogo così alla mia limitata, molto limitata, fantasia nello stesso modo.

Magari questa volta nessuno mi prenderà in giro!

Ecco le regole:

-Menzionare chi ha creato il TAG (non ho notizie purtroppo)
-Utilizzare la stessa immagine o crearne una nuova
-Compilare la CARTA D’IDENTITA’
-Nominare tutte le persone che vorrete ed avvisarle di essere state taggate

Cognome: comunemente storpiato
Nome: uno dei più comuni
nato il: giorno in cui dei milanisti fecero la miglior cosa possibile
a: un piccolo angolo di paradiso, nonostante tutto
cittadinanza: giusto quella di cui possa vergognarmi
residenza: estiva
via: dove c’è la DGM (c’era ormai)
stato civile: Tessato
professione: waiting for
statura: normal one
capelli: di paglia
occhi: verdi, almeno quelli
segni particolari: maniglie dell’amore born in the USA

Oggi non mi va di nominare nessuno, o meglio, invito tutti!

Annunci