Saltando di blog in blog qualche tempo fa, un bel pò di tempo fa ormai, sono incappato in questo bellissimo TAG proposto da Dominella. Quello dei 90’s è stato uno dei periodi più belli della mia vita. E’ stato il decennio della mia giovinezza, e quindi della  spensieratezza, dell’allegria, degli affetti più importanti, della crescita. Non belli quanto gli 80’s della mia infanzia ma sicuramente vissuti in maniera molto più consapevole.

Ecco le domande a cui rispondere:

1- IL TUO CARTONE ANIMATO DISNEY PREFERITO?
2- LA TUA BAND PREFERITA?
3- CARAMELLA/DOLCIUME PREFERITO?
4- IL TUO GIOCO PREFERITO?
5- IL TUO LIBRO PREFERITO?
6- NEGOZIO DI VESTITI E/O FIRMA PREFERITO?
7- IL TUO PROGRAMMA TV PREFERITO?
8- COSA GUARDAVI IN TV TORNATO DA SCUOLA?
9- IL TUO TIPO DI ABBIGLIAMENTO PREFERITO?
10- UNA PUBBLICITÀ CHE RICORDI PARTICOLARMENTE?
11- PER QUALE PERSONAGGIO FAMOSO AVEVI UNA COTTA?
12- LE GRANDI MANCANZE….OVVERO QUELLO CHE HAI SEMPRE DESIDERATO, MA MAI AVUTO.

1-Era il periodo in cui li vedevo tutti, ma secondo me il più bello resta senza dubbio il Re Leone: bella trama, bella morale, ma soprattutto divertentissimo, quasi comico. Lo guarderei con piacere ancora adesso. Tra l’altro alcune battute sono diventate dei veri e propri mantra.

2-Gli anni 90 sono stati anni particolari che mi hanno visto passare dalle elementari al liceo. In un così lungo periodo di transizione è impossibile scegliere soltanto un gruppo o un cantante, ne indicherò quindi almeno tre: Battisti, nei primi anni 90 era ancora in piena attività e mio padre, grande fan, ci faceva ascoltare continuamente i suoi dischi, quelli scritti con Panella soprattutto; i Green Day, il gruppo a cui associo i miei anni liceali; i Litfiba, scoperti nel 97 in occasione dell’uscita di Mondi Sommersi  e da quel momento mai più abbandonati. Poi certo, anche REM, Afterhours, Aqua, Negrita e tanti altri.

3- Questa mi mette in difficoltà. Non ho ricordi precisi…l’ovetto Kinder lo associo più agli anni 80. Per i 90’s penso più alle barrette (sempre Kinder), al Mars e al Galak.

4- Negli anni 90 io e i miei vicini di casa eravamo soliti stare sempre fuori nello spiazzale, per lo più a giocare a calcio, a volte a nascondino, oppure ci limitavamo a girare in bici. Ci capitava comunque abbastanza spesso di giocare ai vecchi cari giochi di società che purtroppo adesso sono caduti nel dimenticatoio (e proprio per questo hanno oggi ancora più fascino). I nostri preferiti erano: Hotel, Monopoli, L’isola del fuoco, Risiko e Starquest, bellissimo quest’ultimo. Un bel po’ di tempo lo passavo a casa giocando anche col mio primo pc, il Commodore 64 a cassetta…che tempi!

5- In quegli anni non ero certo quell’avido lettore che sono adesso. Sicuramente il mio libro preferito di tutta quella decade è stato I ragazzi della via Pal. Per un mio compleanno, periodo di scuola elementare o media, ricevetti in dono due libri dai miei genitori, i miei primi veri libri,  questo e Oliver Twist. Del capolavoro di Dickens ne avevo già sentito parlare e ne avevo visto anche una bella trasposizione cinematografica in tv quindi decisi di leggerlo per ultimo, dulcis in fundo pensai. Iniziai così l’opera di Molnar e con mia grande sorpresa  ne rimasi così estasiato che da quel momento compresi la bellezza della lettura. Oliver Twist mi sembrò solo un ripiego  mentre il primo lo rilessi più e più volte tanto che sono strasicuro che quella lettura ha influenzato molto il mio modo di essere e di pensare.

6- In quegli anni non facevo proprio caso alle marche. A memoria la prima volta che provai orgoglio ad indossare un capo firmato fu per le due tute acetate Diadora regalatemi da mia madre. Fare educazione fisica alle medie diventò un’occasione di sfoggio. Diventato un po’ più grande, periodo liceo, è stata la Levi’s il must have.

7- In quel decennio penso che la TV abbia raggiunto il suo massimo splendore, è per questo che è difficile sceglierne uno o anche farne un elenco limitato. Non è la Rai, Beverly Hills 90210, Festivalbar, i video musicali su MTV, e soprattutto  Mai dire gol con quei personaggi irresistibili sono i primi che mi vengono in mente.

8- Alle due, quando tornavo con l’autobus dal paese in cui frequentavo il liceo, cercavo di fare il più in fretta possibile per giungere a casa, accendere la tv e guardare…i Simpson of course!!!

9- Ricordo con grande affetto una camicia a quadretti marroni e blu della Levi’s che indossavo tutte le volte che potevo. Era il mio indumento preferito, senza dubbio.

10- Bella questa! La scelta è davvero difficile ma penso di non avere dubbi al riguardo. Ho amato alla follia lo spot della Swacht con Breathe di Midge Ure come colonna sonora. Ripensandoci ho ancora i brividi, così come li ho ogni volta che ascolto quella stupenda canzone, colonna sonora di una gita liceale sulla costiera amalfitana. Ricordi bellissimi.

11- Strano! Non ricordo nessuna al momento, ma andandoci per logica la risposta ce l’ho, Jennifer Aniston ovviamente. La amo ancora adesso d’altronde.

12- Sono strasicuro che se a quei tempi avessi avuto un po’ più di personalità e carisma avrei potuto godermi ancora meglio quello già comunque stupendo periodo.

Penso sia tutto.

E voi? I vostri anni 90?

Nomino:

My enchanted world   Kikkakonekka   Il mondo delle parole  I discorsi dell’ascensore  2015 A.D.  Willy Wonka  Diario di un’eterna incompleta Pensieri loquaci e tutti quelli che hanno voglia di raccontarsi facendo un tuffo nei ricordi.

Annunci