Cerca

una vita non basta

Just hang on and suffer well

Categoria

serie Tv

Breaking Bad

breaking_bad_puntate-finali

Penso sia doveroso iniziare a parlare di questa serie TV dando voce direttamente ai riconoscimenti ottenuti. Solo nel 2013 Breaking Bad  è stata  classificata dalla Writers Guild of America come la tredicesima serie meglio scritta di tutti i tempi  e dalla Guinness World Records   come la serie con la più alta valutazione di sempre. Ha vinto 16 Emmy (il più importante premio televisivo a livello internazionale) e  2 Golden Globe (riconoscimento annuale ai migliori film e programmi televisivi della stagione), e se ciò non bastasse anche 8 Satellite Award, 12 Saturn  Award e tanti altri premi minori. Detto questo, come potrei io descriverla  in modo più convincente?  Dovessi definirla con una sola parola direi COINVOLGENTE. Si, coinvolgente! Perché vi lascerete rapire completamente dall’intelligenza del sig. White, dal modo in cui riesce a risolvere i problemi più ostici, dalla sua parabola da umile e sottomesso insegnante di chimica colpito dal cancro e sull’orlo del lastrico economico a potente produttore e trafficante internazionale di metanfetamina , e  si, sembrerà strano ma resterete colpiti  anche dalla sua umanità.

In fondo, prima di prenderci gusto, prima di capire quanto sia bravo e quanto ciò lo faccia sentire vivo, prima di zittire quella frustrazione mai sopita per aver perduto soldi e gloria dopo aver lasciato l’azienda appena messa su con i due suoi migliori amici, prima di tutto questo, la finalità era delle migliori ovvero potersi permettere di pagare le cure per combattere il tumore. Tutto nasce quindi da una critica al sistema sanitario USA dove  non puoi curarti se non hai i soldi e quindi un’ottima assicurazione,  non chi è nelle condizioni del sig. White,  un comune insegnante di chimica con moglie disoccupata, un figlio adolescente affetto da paralisi cerebrale e una nuova figlia in arrivo. Un uomo che ama profondamente la famiglia, una famiglia allargata che comprende anche i due cognati, Marie e Hank, infermiera cleptomane lei, tostissimo capo della DEA lui, la legge incorruttibile, dura e spietata, totalmente ignara di bere, mangiare, chiacchierare e ridere continuamente con la sua nemesi, l’inafferrabile e temutissimo Heisenberg.  E per il sig. White è un membro di questa famiglia anche  Jesse Pinkman, suo alunno prima e socio poi,  che lo introduce nel mondo dello spaccio e che nonostante tutte le liti ed i fraintendimenti  considera come un figlio, prendendosene cura fino all’inevitabile fine.

E poi c’è il re del traffico dei narcotici, lo spietato quanto insospettabile  Gustavo Fring, ed il suo braccio destro, il durissimo Mike; l’originalissimo avvocato Saul Goodman con i suoi contatti e le sue consulenze;  Steve Gomez, il fidato collega di Hank; Krysten e Andrea, le due sfortunate  compagne di Jesse;  Hector Salamanca, ex capo del cartello, ora anziano, muto e sulla sedia a rotelle. Amici, amanti, conoscenti, guardie del corpo, contatti, killer, autolavaggi e altro ancora… tutti gli ingredienti per una serie tv impossibile da perdersi perché tocca tutte le corde emozionali dell’uomo. Una serie unica,  meravigliosa.

Trama

Per trovare i soldi necessari a pagare le cure per  il tumore appena diagnosticatogli, un professore di chimica inizia a produrre e spacciare metanfetamina insieme ad un suo ex alunno. Col tempo assumerà il controllo del traffico internazionale della sostanza. Intanto suo cognato, tosto capo della Dea, è completamente assorbito nella ricerca di un certo Heisenberg…

Stagioni:  5

Episodi:  62

Durata episodio:  45 min circa

Voto:   ●●●●●  imperdibile!!

 

Incubi & Deliri

incubiedeliri.jpg

L’idea è davvero geniale:  riunire in un’unica serie TV le trasposizioni cinematografiche di alcuni racconti brevi del re. Il titolo, Incubi & Deliri, in realtà è fuorviante perché gli otto racconti contenuti sono estrapolati da diverse raccolte di racconti, non solo quindi da quella che dà il titolo alla serie TV ma anche da  A volte ritornano e Tutto è fatidico. Tutti gli otto racconti sono ben girati anche se alcuni potevano rendere molto di più. Il livello non è per nulla equilibrato e la bellezza dell’intero progetto è tenuta a galla quasi esclusivamente da tre racconti: Campo di battaglia, E hanno una band dell’altro mondo e Autopsia 4. Per il resto ( si ricordano soprattutto la bellezza della protagonista femminile in Crouch End, la disperazione paterna in L’ultimo caso di Umney ed il ritratto cangiante in Il virus della strada va a nord) si poteva certo scegliere di meglio potendo attingere da un numero indefinito di ottime storie.

 

Trame

Campo di battaglia  (tratto da:  A volte ritornano) ●●●●●

Un killer professionista uccide il presidente di una fabbrica di giocattoli. Al ritorno a casa si vede recapitare un pacco proveniente proprio dalla stessa fabbrica  contenente un set di soldatini. Inaspettatamente questi prendono vita e ben armati  cercano di vendicare il loro proprietario.

Crouch End  (tratto da:  Incubi & Deliri) ●●○○○

Due sposini si trovano a Londra in luna di miele quando, recandosi a cena da un amico, si perdono per strada nel quartiere di Crouch End rimanendo vittime di strani fenomeni e dimensioni parallele .

L’ultimo caso di Umney   (tratto da: Incubi & Deliri) ●●○○○

Uno scrittore disperato per la morte del figlio in un incidente nella piscina di casa si rifugia nella scrittura finchè, per reagire alle provocazioni della moglie, decide di catapultarsi all’interno dei suoi romanzi hard boiled prendendo il posto del suo protagonista  che si ritroverà invece a sostituirlo nella vita reale.

La fine del gran casino  (tratto da: Incubi & Deliri) ●●○○○

Un documentarista racconta della sua infanzia in compagnia del geniale fratello minore, della loro crescita, di come un giorno lui gli abbia rivelato di aver trovato l’antidoto alle violenze ed alle guerre nel mondo, di come abbia attuato il piano e come questo abbia portato a conseguenze ben più nefaste.

Il virus della strada va a nord   (Tratto da: Tutto è fatidico) ●●●○○

Un famoso romanziere horror, di ritorno da un tour promozionale, acquista in un mercatino privato un tetro quadro in cui è ritratto un ragazzo dal ghigno infernale alla guida di un’auto. Il romanziere porta quindi con se il nuovo acquisto capendo presto di aver fatto uno sbaglio: il ritratto cambia continuamente e  lascia lungo il tragitto una terribile scia di sangue.

Il quinto quarto  (Tratto da: Incubi & Deliri) ●●●○○

Appena uscito di prigione e ritrovata la moglie dopo sette anni Willie si ritrova coinvolto con un amico in una caccia al tesoro: dovranno impossessarsi degli altri tre pezzi di una mappa che indica il nascondiglio di un bottino milionario

Autopsia 4   (Tratto da:  Tutto è fatidico) ●●●●○

Sta per iniziare l’autopsia di un ricco imprenditore colto da infarto durante una partita di golf. I medici non sanno però che è vivo e cosciente  ma temporaneamente paralizzato per il morso di un serpente…

E hanno una band dell’altro mondo   ( Tratto da: Incubi & Deliri) ●●●●●

Una coppia in vacanza sbagliando strada in auto si ritrova in una strana cittadina chiamata Rock’n Roll Heaven tra i cui abitanti troveranno vecchie rockstar decedute come Elvis, Orbison, Buddy Holly, Hendrix etc…

 

Stagioni:  1

Episodi:  8

Durata episodio:  40 min

Voto medio:   ● ● ● ○ ○  occasione sprecata

The Following

Questa serie TV mi ha destabilizzato, in tutti i sensi.  Mi ha rapito, poi mi ha angosciato, elettrizzato, esaltato. A volte mi ha fatto anche storcere un po’ il naso, ma mi ha incollato alla TV fino alla fine, fino alla mezza delusione finale. I commenti sul web erano unanimi,  la serie non ha entusiasmato tutti, e ci saranno stati validi motivi per cui non si è andati oltre la terza stagione. I detrattori danno la colpa alla seconda serie,  a loro avviso sottotono e colpevole di essersi fatta sfuggire le redini di una bellissima idea iniziale che ha però  ben presto preso il galoppo verso altri lidi. La verità? Io non ho avvertito questo calo. E’ vero, la serie durante le tre stagioni cambia pelle più volte, ma nonostante alcuni errori, alcune situazioni inspiegabili (come la “resurrezione” finale in stile zombie di una delle nemesi del protagonista), o incomprensibili o comunque poco realistiche da un punto di vista del modus operandi di una forza dell’ordine come l’FBI, tutti particolari che a volte fanno storcere un po’ il naso e che spesso fanno sembrare alcuni agenti dei supereroi e molti altri dei veri sprovveduti quando non corrotti o traditori,   a me, dicevo, la serie è piaciuta, e pure tanto. Davvero! Certo, forse anche un po’ troppo violenta, ma piena di colpi di scena, di belle intenzioni e di bei sentimenti. E’ il finale che mi ha spiazzato e che mi ha lasciato l’amaro in bocca, non perché dopo tanto patimento mi aspettavo finalmente una redenzione per Ryan Hardy, il protagonista interpretato da un grande Kevin Bacon, non perché mi aspettassi un lieto fine, ma perché più che un finale di serie sembra clamorosamente più un finale di stagione, come se fosse previsto un seguito, sempre più articolato, che in realtà però non c’è.

Trama

Ryan Hardy è un ex agente dell’FBI che è costretto a tornare in servizio per dare la caccia a Joe Carroll, un assassino seriale da lui arrestato anni prima che è adesso evaso e tornato al comando di un numeroso gruppo di follower, una  setta che sotto il suo comando scatena il panico uccidendo con modalità ispirate dai racconti di Edgar Allan Poe.

Stagioni: 3

Episodi: 45

Durata episodio: 41 minuti

Voto: ●●●○○  angosciante

showposter

Hart of Dixie

La verità è che ho cominciato a guardare questa serie TV casualmente, senza aspettarmi granché, anzi, non mi aspettavo proprio nulla. La mia enorme  diffidenza iniziale è stata però fugata subito. Con mia grande sorpresa mi sono presto ritrovato in una sorta di dipendenza tale da poter senza dubbio oggi inserire Hart of Dixie  tra le mie esperienze più positive in ambito di serie tv.

I personaggi sono adorabili e profonde sono le loro trasformazioni, quasi come se fosse un telefilm di formazione. Si parla di sogni, di lavoro, di rapporti umani ma principalmente di amore e di amicizia e delle difficili conseguenze del sovrapporsi di questi due sentimenti.

Bluebell è una piccolo paesino dell’Alabama molto radicato nelle sue antiche tradizioni, un paesino dove tutti  conoscono tutti  ma in realtà nessuno conosce se stesso, riuscirà a farlo solo alla fine dopo un lungo percorso catartico che prende inizio dall’arrivo in paese del nuovo medico, la ricca newyorkese Zoe Hart (la bellissima Rachel Bilson), che con la sua mentalità metropolitana ed il suo prorompente quanto genuino carattere crea scompiglio sin da subito nella sonnolenta vita del paese scatenando  ogni genere di passione.

Fresco, leggero, ironico, romantico, divertente e commovente, Hart of Dixie non è di certo un telefilm dalle grandi pretese, ma nella sua semplicità il  compitino lo svolge al meglio e lo spettacolo è ben più che godibile, così come il suo finale, nella forma tra i più belli che ricordi.

Consigliatissimo.

Trama

La dottoressa Zoe per una serie di vicissitudini è costretta ad accettare per un anno un lavoro come medico generico in un piccolo paese dell’Alabama, Bluebell, ovvero quanto di più lontano e diverso ci possa essere dalla sua frenetica e modaiola vita newyorkese. Il suo arrivo sconvolgerà la tranquilla vita del paese e dei suoi abitanti.

Stagioni:  4

Episodi: 76

Durata episodio:  41 minuti

Voto: ● ● ● ● ○   adorabile

hart-of-dixie

Manhattan

Sono uno di quei tipi che se iniziano una cosa la portano a termine, lo fanno nonostante tutto, ci provano davvero fino allo sfinimento. Sono più unici che rari i casi in cui ho lasciato a metà qualcosa, un film  o un libro ad esempio. L’ho fatto però con questa serie TV, Manhattan. No, non ho resistito e ho mollato all’inizio della seconda serie. Le premesse in realtà erano ottime, si racconta (in un modo molto romanzato e non so quanto veritiero, forse poco, non sono riuscito a documentarmi bene su questo punto)  del celebre progetto Manhattan, quello che ha dato vita alle bombe atomiche poi sganciate su Hiroshima e Nagasaki con il contributo dei maggiori fisici del tempo. E anche la serie TV era iniziata bene, forse un po’ lenta ma ricca di intrighi e colpi di scena. Con il passare del tempo però,  nonostante l’ottima fotografia,  ho avuto sempre più difficoltà nel seguirlo fino a quando mi sono ritrovato ad addormentarmi sistematicamente ad ogni puntata, a quel punto  non ho potuto far altro che alzare bandiera bianca. Mi dispiace in realtà, perché di spunti buoni ne ho trovati un bel po’, ma a mio avviso si sono tutti esauriti nella prima stagione, tanto che, anche adesso, non ho la minima curiosità su come possa essere il finale.

Trama:

A Los Alamos, in pieno deserto, sorge una cittadella nascosta e coperta dal segreto militare  dove due gruppi di scienziati lavorano in parallelo a due progetti diversi per il raggiungimento dello stesso obiettivo, la costruzione di una nuova arma che possa mettere fine alla seconda guerra mondiale: il Gadget. I componenti di questi due gruppi, uno ufficiale e governativo e l’altro alternativo e quindi con minori possibilità a livello economico e di autorizzazioni,  sono in lotta tra loro per dimostrare la superiorità del proprio progetto sull’altro.

Stagioni: 2

Episodi: 23

Durata episodio: 45 minuti

Voto:  ●○○○○ deludente

mil

Friends

Bando alle ciance, ci sono casi in cui è inutile e forse anche irrispettoso perdersi in lunghi giri di parole.

Cercare di spiegare i motivi per cui Friends è la sitcom più bella di sempre è un esercizio senza senso, è così e basta, chi non lo crede è solo perché non ha mai visto una puntata, o l’ha vista ma con pregiudizio, che poi una serie tv va giudicata  nella sua interezza e non dopo aver magari beccato l’unica puntata in cui si tira il fiato.

I sei protagonisti, Rachel, Ross, Chandler, Joy, Phoebe e Monica, ma anche gli altri, Gunther, Janis & co, con i loro difetti, le loro ossessioni, la loro simpatia e si, anche la loro stupidità,  nelle 10 stagioni realizzate hanno dato vita ad uno spettacolo unico, perfetto, incomparabile.

Le loro battute, i loro tormentoni, le loro vicende imbarazzanti, le loro storie, sono rimaste nell’immaginario collettivo, sono patrimonio inestimabile per chi è cresciuto a pane e televisione, Friends ha saputo coinvolgere e mettere d’accordo  tutti nel segno della risata e del romanticismo.

Si, romanticismo, avete capito bene, perché Friends non è solo risate a crepapelle, è fondamentalmente una storia d’amore (veramente sono due), con tutti gli alti e bassi, le problematiche del caso, e momenti di alto sentimentalismo che in alcuni casi sfiorano il poetico.

Ci sarà un motivo se dopo ormai tanti anni dalla messa in onda dell’ultima puntata non uno ma più canali tv, free e pay, continuano a mandarlo ininterrottamente in onda  con sempre un così grande successo. Te ne accorgi quando, nonostante tu l’abbia visto svariate volte, nonostante tu ormai conosca tutti i dialoghi e le battute a memoria, non puoi fare comunque a meno di ridere come se fosse la prima volta.

Un difetto? Forse le prime puntate della prima serie ed in generale l’ultima sono molto al di sotto dello standard, ma nel mezzo, cioè in pratica in ben nove stagioni, si raggiungono  livelli irraggiungibili per qualsiasi altra sit-com, The Big Bang Theory compresa.

Trama:

In un appartamento di New York si snodano le storie di sei amici: una ex obesa ora chef maniaca della pulizia, un paleontologo dal divorzio facile, una bizzarra massaggiatrice dal passato difficile, uno stupido attore dall’incredibile appetito, una ex figlia di papà affermatasi nel mondo della moda ed un sarcastico….non si è mai capito che lavoro faccia Chandler!

Stagioni: 10

Episodi:  236

Durata episodio: 20 minuti

Voto: ●●●●●  Culto

friends.jpg

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Perché Varsavia?

Il blog per gli italiani e perché dovete venire qui.

StrıKϵAρꙩѕϵ

"The best thing about a picture is that it never changes, even when the people in it do."

Enterprises...

..."alla ricerca di nuove forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare là dove nessuno è mai giunto prima"

Qui Polonia & Italia™

Notizie, esperienze, suggerimenti, cultura e curiosità sulla Polonia (e l'Italia) quipoloniaeitalia@gmail.com

Venet's

Magazine dei popoli liberi

Scarpe Allacciate

"A volte basta un nuovo tramonto per cambiare una vita intera."

Sesso Yoga & Dog Dance

Dizionario dei Pensieri Inutili

Carezze di vento

Quando scrivo dimentico che esisto, ma ricordo chi sono. (Aria Mich)

Living & Other Funny Things

Viaggi, storie, foto e altre cose divertenti

Sogni al sole

Sogna i viaggi, viaggia sognando!

La petite Miss Lilly

Beauty, Fashion and Lifestyle tips

Carissima me,..LA FORZA DELLE DONNE!

Ci vorrebbe un supereroe per vendicare tutte le donne con il cuore spezzato..mi candiderei molto volentieri..sarei perfetta come Wonder Luppy!!! Carissima me,..#LEGGETE PER CREDERE!

Hippiegipsy

viaggi e racconti di un cuore zingaro

Spongebob

E la bellezza d'esser bionda guidando una Aygo rossa.

Tempoguadagnato

"L'unico tempo veramente guadagnato è quello perduto in viaggio"

7muse

Riflettere per migliorare

DI PUNTO IN BIANCA

"Le cose che esistono già non c'è bisogno di disegnarle. Io ne disegno di nuove e mi diverto a guardarle" cit.

Chiara Monique

Official Blog

Nosce Sauton

"Tu mi dai consigli?" potresti dire. "Li hai già dati a te stesso, ti sei corretto? Perciò ti dedichi a correggere gli altri?" No, non sono così impudente da volere assumermi, io malato, la cura del prossimo; ma come se mi trovassi nel medesimo ospedale, ti parlo della comune malattia e divido con te le medicine. Perciò ascoltami come se parlassi con me stesso.

Creando Idee

Idee e articoli per rendere meravigliosa la casa

Life and Run

Se vuoi essere Libero, allora corri!

B going to

"Qualsiasi cosa tu faccia sarà insignificante, ma è molto importante che tu la faccia."

AQueSiTeLoCuento

Sotto i ricci, idee e pasticci.

Da cosa nasce cosa

Diario di bordo di una blogger in erba

affamatedimondo

Esperienze ed esperimenti di viaggio

PenniLein

Se nasci tondo è difficile che muori magro

loshame.wordpress.com/

Fashion Blogger

Silia

immagina una lunga strada che non sai dove ti condurrà

Chiarasaracino's Blog

essere distanti

Willy Wonka

Tra fantasia e realtà

Milioni di Particelle

I libri sono l'aereo, il treno e la strada. Sono la destinazione e il viaggio. Sono casa. - Anna Quindlen

work in progress

due storie, due vite, due destini

ViaggiAmente

La vita è un viaggio e chi viaggia vive due volte...

Resilienza.

Ad Maiora Semper.

Le Quindicirighe di Michela ✍

La vita merita di essere vissuta solo se crediamo nei valori, perché questi rimangono anche dopo la nostra morte.

Happy Magician

Sii il cambiamento che vorresti nel mondo

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Diario

Il Calamaio D’Oro

°Conto alla rovescia°

•Scegli i tuoi pensieri con attenzione, sei tu il creatore della tua vita•

Resilience.

"Chi dice che è impossibile non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo."

Il Salotto Irriverente

Libri, storie e chiacchiere

il mondo di shioren

Blog nato per condividere tutto quello che le mie "modeste" doti artistiche mi permettono di fare che siano esse recensioni, disegni, racconti e quant'altro.

La dama distratta

Diario del giorno dopo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: